CERTIFICATO DI AGIBILITA’ - SPECIFICHE PER LA PROCEDURA

Il certificato di Agibilità (ex Abitabilità) è rilasciato per l’intero immobile e non per le singole porzioni immobiliari relativamente a quanto autorizzato nella licenza / concessione / permesso di costruire e sulle successive varianti alla licenza / concessione / permesso di costruire e comunque per l’intero edificio.

Le richieste presentate incomplete della documentazione obbligatoria prevista dalla normativa vigente in materia, del pagamento dei diritti di istruttoria e dei diritti tecnici non potranno formare oggetto di istruttoria da parte di questo Ufficio e saranno archiviate.

Decorsi 60 giorni, il silenzio dell’Amministrazione sull’istanza del privato intesa all’ottenimento del Certificato di Agibilità assume significato di assenso solamente quando le dichiarazioni rese risultino veritiere e la domanda sia completa di tutta la documentazione prescritta (art. 20, comma 1, della Legge 241/90 modificata dalla Legge 15/2005 e Legge 80/2005 e dall’art. 25 comma 4 del D.P.R. 380/01) .

Nel rispetto di quanto previsto dalla Legge 241/90 e dall’art. 76 del D.P.R. 445/00 le richieste di agibilità per le quali il silenzio dell’Amministrazione ha assunto significato di assenso, verranno sottoposte al controllo igienico sanitario e tecnico urbanistico.

Per le costruzioni edificate prima del 1934 non oggetto degli interventi di cui all’art. 24,comma 2, lettere b) e c) e degli interventi previsti dall’art. 22 (denuncia di Inizio Attività) del D.P.R. n. 380/01, non è necessario né richiedere, né rilasciare il Certificato di Agibilità perché ultimate prima dell’entrata in vigore del Regio Decreto 27 luglio 1934 n. 1265 che fa obbligo di richiederla.