DOCUMENTAZIONE

Ogni banca ha le sue procedure. In generale i documenti da allegare alla domanda di mutuo sono:

1. nel caso di lavoratori dipendenti
- dichiarazione del datore di lavoro che attesti l'anzianità di servizio del dipendente;
- originale dell'ultimo bollettino dello stipendio;
- modello CUD (ex 101) o, in alternativa, copia del mod. 730 o Unico (ex 740)

2. nel caso di lavoratori autonomi o professionisti

  • copia del modello "Unico";
  • estratto del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, se trattasi di lavoratore autonomo ;
  • attestato di iscrizione all' Albo, se trattasi di professionista.

Ad integrazione dei documenti sopra elencati, sia per i lavoratori dipendenti sia per i lavoratori autonomi:

  • fotocopia del documento di identità e del codice fiscale;
  • certificato contestuale;
  • certificato di stato libero oppure, per i coniugi, estratto per riassunto dell'atto di matrimonio completo di tutte le annotazioni marginali (attestante l'eventuale regime di separazione dei beni o eventuali convenzioni patrimoniali stipulate fra i coniugi, successivamente al matrimonio). Nell'ipotesi di persone divorziate o separate legalmente, occorre copia della sentenza omologata dal tribunale;
  • copia dell'atto di proprietà;
  • copia del contratto preliminare di compravendita;
  • planimetria catastale dell'immobile, certificato di visura catastale ed estratto di mappa catastale;
  • copia del certificato di abitabilità; 
  • copia dell'eventuale domanda di condono edilizio e delle ricevute di pagamento dell'integrale oblazione e, se dovuti, degli oneri concessori, o di concessione edilizia in sanatoria;
  • se l'immobile è pervenuto per successione, la relativa dichiarazione e un attestato dell'avvenuto integrale pagamento delle imposte connesse alla successione (mod. F23, in caso di autoliquidazione delle sole imposte ipotecaria e catastale, tassa ipotecaria e imposta di bollo, o dichiarazione dell'Agenzia delle Entrate, ove istituita, o dell'Ufficio del Registro, attestante l'avvenuta definizione del pagamento delle dette imposte).

Una volta che sono stati presentati tali documenti alla Banca, sarà poi questa ad effettuare ulteriori indagini volte soprattutto ad accertare l'affidabilità del futuro mutuatario attraverso i propri sistemi informativi (procedure ad hoc, collegamento alla Centrale dei Rischi, etc.). In particolare verranno ricercate le informazioni relative ad eventuali protesti o pregiudizievoli (ovvero, situazioni in cui il potenziale mutuatario sia stato sollecitato dalla banca o da altre banche poiché non aveva ottemperato agli obblighi contrattuali).